Tu sei qui

Esami di stato e valutazione degli studenti a. s. 2019-20

Circolare N°: 
060
Data di emissione: 
18/05/2020

Circ. N. 60                                                                    del 18 maggio 2020

 

Agli insegnanti

SITO WEB

 

OGGETTO: Esami di stato e valutazione degli studenti a. s. 2019-20

 

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato le Ordinanze sugli Esami di Stato del secondo ciclo e sulla valutazione finale delle studentesse e degli studenti, ora disponibili sul sito del Ministero dell’Istruzione.

Le tre Ordinanze con i relativi allegati forniscono alle scuole indicazioni precise e condivise per affrontare la chiusura di un anno scolastico certamente straordinario.

In vista dei prossimi scrutini, che saranno svolti a distanza, e poi degli Esami di Stato, invito tutti i docenti a leggere con attenzione le Ordinanze Ministeriali n. 10 e 11 del 16 maggio 2020 e gli allegati A e B dell’O. M. n 10 dei quali si forniscono di seguito i link:

 

O. M. Valutazione

https://www.miur.gov.it/documents/20182/2467413/m_pi.AOOGABMI.Registro+Decreti.0000011.16-05-2020.pdf/5bb159fa-1a35-fd30-02e4-6726901979ad?t=1589631914392

 

O. M. Esami di stato

https://www.miur.gov.it/documents/20182/2467413/m_pi.AOOGABMI.Registro+Decreti.0000010.16-05-2020.pdf.pdf/2370c42e-ef3a-e44c-a640-932f49dca6e6?t=1589631913775

 

Griglia di valutazione della prova orale

https://www.miur.gov.it/documents/20182/2467413/Allegato_B_Griglia_valutazione_orale.pdf.pdf/18b14e5d-4c87-f94d-db11-a22f24130d6a?t=1589636442089

 

Tabella di conversione dei crediti

https://www.miur.gov.it/documents/20182/2467413/Allegato_A_Crediti_.pdf.pdf/6efcf069-5866-9063-465e-faef9780a4c9?t=1589636441802

 

LA VALUTAZIONE

Gli studenti delle classi dalla prima alla quarta sono ammessi alla classe successiva in deroga alle disposizioni di cui all’articolo 3, comma 3, all’articolo 5, comma 1 e all’articolo 6, commi 2, 3 e 4 del Decreto legislativo.

Rimane la valutazione in decimi. La valutazione avverrà sulla base di quanto effettivamente svolto nel corso dell’anno, in presenza e a distanza.

Gli alunni potranno essere ammessi alla classe successiva anche con voti inferiori a 6 decimi, in una o più discipline. Ma per chi è ammesso con insufficienze sarà predisposto dai docenti un piano individualizzato per recuperare quanto non è stato appreso.

Il consiglio di classe predispone il Piano di apprendimento individualizzato per gli alunni ammessi alla classe successiva con una o più insufficienze o con livelli di apprendimento non adeguatamente consolidati.

Nel Piano, per ciascuna disciplina, sono indicati gli obiettivi di apprendimento da conseguire o consolidare e le specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento.

Il Piano:

  • è allegato al documento di valutazione finale;
  • in caso di trasferimento o di passaggio dalla scuola primaria alla secondaria di primo grado o dalla secondaria di primo grado alla secondaria di secondo grado, va trasmesso alla nuova istituzione scolastica insieme al suddetto documento.

Le attività previste nel Piano ai fini del recupero o del consolidamento dei livelli di apprendimenti:

  • costituiscono attività didattica ordinaria ed hanno inizio a decorrere dal 1° settembre 2020;
  • integrano, ove necessario, il primo trimestre o quadrimestre;
  • proseguono, se necessarie, per l’intero a.s. 2020/21;
  • vanno realizzate attraverso l’organico dell’autonomia, adottando ogni forma di flessibilità didattica e organizzativa; a tal fine contribuiranno anche le iniziative progettuali (le iniziative progettuali, in sostanza, dovranno essere svolte al fine di sostenere gli apprendimenti).

Si può bocciare solo in due casi specifici.

  • Nei casi in cui i docenti del Consiglio di classe non siano in possesso di alcun elemento valutativo relativo all’alunno, per cause non imputabili alle difficoltà legate alla disponibilità di apparecchiature tecnologiche ovvero alla connettività di rete, bensì a situazioni di mancata o sporadica frequenza delle attività didattiche, già perduranti e opportunamente verbalizzate per il primo periodo didattico, il consiglio di classe, con motivazione espressa all’unanimità, può non ammettere l’alunno alla classe successiva.
  • Sono fatti salvi i provvedimenti di esclusione dagli scrutini o dagli esami emanati ai sensi dello Statuto delle studentesse e degli studenti.

 

L’ESAME DI STATO

L’esame di Stato del secondo ciclo è il primo momento di ritorno a scuola, si svolgerà in presenza e avrà inizio il 17 giugno alle ore 8.30.

Per quest’anno è previsto il solo colloquio orale. I crediti e il voto finale si baseranno sul percorso realmente fatto dagli studenti.

Per dare il giusto peso al percorso scolastico, il credito del triennio finale è stato rivisto: potrà valere fino a 60 punti, anziché 40, come prima dell’emergenza.

Al colloquio orale si potranno conseguire fino a 40 punti. Il voto massimo finale possibile resta, infatti, 100/100. Si potrà ottenere la lode.

La prova orale si svolgerà davanti a una commissione composta da sei membri interni e un Presidente esterno. Ciascun candidato discuterà, in apertura di colloquio, un elaborato sulle discipline di indirizzo, trattando un argomento concordato che sarà assegnato dai docenti di quelle discipline a ogni studente entro il 1° giugno. Seguirà la discussione di un breve testo studiato durante l’ultimo anno nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana. Saranno poi analizzati materiali, coerenti con il percorso fatto, assegnati dalla commissione. In chiusura, saranno esposte le esperienze svolte nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento e accertate le conoscenze relative a “Cittadinanza e Costituzione” secondo quanto effettivamente svolto dalla classe.

 

Le misure di sicurezza per gli Esami

E’ stato anche pubblicato il documento con le misure organizzative, di prevenzione e protezione per lo svolgimento in sicurezza degli Esami di Stato predisposto dal Comitato tecnico-scientifico. Documento che sarà poi inviato alle scuole dopo la firma di un apposito Protocollo condiviso con le Organizzazioni sindacali.

Sarà assicurata la pulizia quotidiana di tutti gli spazi che dovranno essere utilizzati. Le aule dove si tengono le prove saranno pulite anche alla fine di ogni sessione d’esame (mattina/pomeriggio). Ci saranno percorsi predefiniti di entrata e uscita. I locali dovranno essere ben areati. Previsto il distanziamento di 2 metri fra candidati e commissari e fra gli stessi commissari. Sarà necessario indossare la mascherina. Gli studenti potranno abbassarla nel corso del colloquio, ma restando a distanza di sicurezza, 2 metri. Non sono necessari i guanti: negli istituti ci saranno prodotti igienizzanti. Ogni candidato potrà portare con sé al massimo un accompagnatore, che dovrà anche lui rispettare le misure di distanziamento e indossare la mascherina.

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(Prof. Nicolino Lombardi)
Firma autografa sostituita a mezzo  stampa
ai sensi dell’art. 3 comma 2 del d.lgs. n.39/1993

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.  (Adattato da Pietro Sivo)
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.50 del 07/07/2016 agg.26/08/2016