Tu sei qui

L’Agrario di Piedimonte per il futuro del territorio

Contenuto in: 
Tags: 

Tra innesti ed esperimenti sull’olio EVO “fatto in casa”, sabato 16 novembre, a Sant’Angelo d’Alife, gli studenti del quarto e del quinto anno dell’Agrario di Piedimonte Matese hanno dato prova di competenza nella coltivazione dell’Ulivo e nella trasformazione dei suoi frutti, coinvolgendo gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Alife -Sant’Angelo. Quale occasione migliore di questa, per riflettere su perizia e passione come binomio di partenza per costruire il futuro del nostro territorio? A tale scopo, quale strategia è più efficace della valorizzazione dei prodotti come l’olio, il vino e altri ancora, da sempre i pilastri della nostra economia agricola?

In un’epoca in cui “sostenibilità” sembra essere la parola d’ordine per reinventare un futuro appagante dal punto di vista psicologico ed economico, l’Agrario di Piedimonte offre ai giovani la possibilità di concretizzare l’orientamento “naturale” al quale tutti dovremo più prima (e anche in fretta) che poi far ritorno, non perché sconfitti in altri settori, ma perché convinti che solo con una solida mentalità eco-imprenditoriale si possa affrontare l’attuale sfida occupazionale.

L’Istituto Tecnico Agrario di Piedimonte Matese, fin dal 1888, anno in cui fu fondato da Angelo Scorciarini Coppola, che lo dotò della sede in via G. D’Amore e dei terreni su cui oggi sorge l’Azienda, ha dato e dà  tuttora  ai  ragazzi la possibilità non solo di comprendere scientificamente le tecniche tradizionali, di arricchirle e di svolgere un sistematico lavoro di sperimentazione pratica, ma anche di far proprie le dinamiche imprenditoriali, oggi più che mai  necessarie per ottenere risultati  in termini di economia e soddisfazione: è proprio di questo che i nostri giovani hanno bisogno, per non essere costretti ad abbandonare il proprio territorio.

 

                                                                                                                           A.M. Martino

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.  (Adattato da Pietro Sivo)
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.50 del 07/07/2016 agg.26/08/2016